Gravidanza e nascite ai tempi del Coronavirus

Gravidanza e nascite ai tempi del Coronavirus

I mesi della gravidanza spesso sono già di per sé carichi di domande, dubbi, preoccupazioni che, al tempo del Coronavirus, potrebbero aumentare.

Ecco quindi di seguito alcuni consigli per mamme e papà “nascenti”: proteggere voi stessi vi permetterà di proteggere anche il/la vostro/a piccolo/a.

  • Scegli 1 o 2 momenti al giorno per reperire le informazioni sul Coronavirus: il tuo bambino/a è in grado di percepire le tue emozioni, anche se si trova ancora nella pancia.
    Non sovraesporti a immagini e video continuativi legati al Coronavirus.
    Ricordati che l’angoscia che suscitano certe immagini e notizie hanno un impatto sul nascituro/a.
    Scegli di informarti solo attraverso fonti ufficiali, senza cercare continuamente nuove informazioni o leggere tutti i messaggi Whatsapp con allarmismi e allegati angoscianti.
  • Trasforma il periodo di isolamento in un momento di cura e connessione profonda con il tuo bambino/a.
    Non puoi cambiare l’andamento dell’epidemia, né prevedere come andranno le cose.
    Puoi però coccolarti e coccolare il tuo piccolo/a attraverso i massaggi del tuo partner, il rilassamento o lo yoga (esiste anche lo yoga specifico per le donne in gravidanza).
    Le emozioni positive che susciteranno queste attività, nutriranno il benessere del tuo bambino/a.
  • Ricorda che stare in isolamento non significa essere soli.
    Puoi condividere questo periodo così unico della tua vita con le persone a te care attraverso telefonate, videochiamate e qualsiasi altra modalità utile per sentirti in connessione con altri genitori o con altri familiari.
    E appena si potrà, gli abbracci di persona saranno ancora più pieni di amore!
  • E’ normale avere paura.
    Sai che hai una piccola creatura da proteggere e stai già facendo del tuo meglio. Se sono scese le lacrime, non sentirti in colpa, è un po’ di paura, rabbia o tristezza che diluisce via, fuori da te.
    A volte piangere fa bene, l’importante è poi tornare a centrarci sulle attività che rassicurano e fanno bene,
  • Il Coronavirus non deve togliere, ma donare tempo alla gravidanza.
    Rimanere più tempo a casa ti permette di preparare con cura e amore tutto ciò che servirà, leggere libri sulla gestazione e l’allattamento, trovare un corso pre-parto on line e seguire i consigli della tua ostetrica di fiducia.
  • Rafforza il tuo sistema immunitario con le emozioni positive attraverso tutto ciò che ora è possibile fare che ti piace e ti gratifica. Cura la tua alimentazione al meglio e fai degli esercizi fisici che ti aiutino a mantenerti in forma e a scaricare le tensioni.
  • E’ normale essere preoccupati per il lavoro; ora che la famiglia si sta per allargare possono subentrare ansie importanti legate alla perdita o alla diminuzione dell’attività lavorativa.
    Occupati dell’oggi, invece di pre-occuparti del domani. E’ quello che fai oggi che determinerà come sarà il tuo domani!
    In questo momento, buttare lo sguardo troppo oltre può invece farti cadere in un vortice di pensieri negativi.
    Un giorno alla volta, un passo alla volta, insieme.
  • Riposati adeguatamente.
    La sera, prima di andare a dormire, svolgi delle attività rilassanti. Evita di guardare notiziari o speciali sul Coronavirus prima di addormentarti, per non rischiare di scivolare nel sonno con emozioni negative e con senso di allerta.
    Una tisana (per esempio alla camomilla, malva, biancospino), un bagno caldo, musica rilassante, una meditazione prima di addormentarti e luci soffuse ti aiuteranno a scivolare più dolcemente nel sonno.
  • Non interrompere per quanto possibile la tua routine.
    In questo momento bisogna ancorarci a ciò che è certo, noto e prevedibile. Continua, laddove possibile, il tuo lavoro e segui le tue abitudini, rispettando sempre le indicazioni di sicurezza vigenti.
    Coltiva il tuo hobby come prima e, perché no, più di prima: dipingi, canta, balla, scrivi, leggi, cura le piante o fai qualsiasi altra cosa che ti doni sorriso e relax.
  • Stacca la spina!
    Ricordati di parlare di altro, cerca di distrarti e di uscire dal loop di discorsi angoscianti e catastrofici. Serve a rafforzarti attraverso le emozioni positive che nutriranno il nascituro/a.